STORIA:
Anni addietro ci incontravamo in Calabria ogni estate, relatori ad un Convegno: “Medicina non violenta”, su invito dell’amico Sergio Maradei, medico omeopata, in piccoli paesi sulla costa tirrenica come Belvedere Marittimo, Orsomarso, Altilia: alcuni di noi come Giorgio Liotti, Gaetano Arcovito, Egidio Galli, Marisa Santoianni, già esercitavamo la Medicina Omeopatica , altri come Salvatore Cirelli , Giuseppe Rossi la praticavano interessandosi anche di Agopuntura Classica Cinese, altri cominciavano ad interessarsi di “Alternativo” ed insieme trascorrevamo, discorrendo tra noi e con la popolazione locale invitata al Convegno, momenti ricchi di proposte, di amicizia, allietati, ricordo, dall’ottimo vino del priore del Convento di Belvedere...

Erano gli anni ‘86 – ‘87 e creammo in Napoli momenti di aggregazione fondando l’Associazione Progetto Salute e Ambiente (A.P.S.E.A.), l’Associazione di Medicina Omeopatica (A.M.O.) e successivamente l’Associazione Ricerche Ecologia e Medicina Complementare (E.M.C.).

La storia di quegli anni è anche la storia di tanti corsi seguiti, dell’incontro con i grandi maestri, dell’impegno professionale quotidiano, del desiderio da parte di noi tutti di riuscire a creare anche in Calabria “una rete”, che potesse aggregare i medici omeopati sparsi sul territorio, all’interno di una Scuola non espressione di una Ditta farmaceutica.

Anni dopo, attraverso l’Ambulatorio di Medicina Omeopatica, Fitoterapia, Agopuntura deliberato all’interno dell’Ospedale “A. Maresca” della A.S.L. Na. 5 della Regione Campania, insieme con i colleghi Gaetano Santillo, Vito Antonio Manzo, Pina De Laurentis, proseguimmo l’attività di proselitismo attraverso seminari, convegni, attività informativa, che richiamarono numerosi medici calabresi , così creandosi i presupposti organizzativi per incontri di studio e di approfondimento della Medicina Omeopatica, svolti, da allora, costantemente , con frequenza mensile, in Lamezia Terme, con la partecipazione di tutti i medici che hanno poi formalizzato la nascita della Sezione Calabria della f.i.a.m.o. .

Negli ultimi anni attraverso il paziente impegno svolto presso l’Ordine dei Medici ed Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria, con il sostegno degli amici dott. Sebastiano Di Salvo e Piero Varano, abbiamo stimolato la creazione della Commissione per le “Medicine Non Convenzionali”, coinvolgendo inoltre nei nostri progetti di informazione, il segretario dott. Nociti, il vicepresidente dott. Zampogna e il dott. Marco Tescione del Consiglio Direttivo dell’Ordine.

Poi due Corsi di Aggiornamento, entrambi registrati presso la Commissione E.C.M. del Ministero della Salute. Il primo nell’anno 2008: ”Diagnosi e terapia in Medicina Omeopatica e in Medicina Convenzionale”, il secondo nell’anno 2009 : “Medicina Convenzionale e Medicina Omeopatica: una integrazione possibile”, cui hanno partecipato più di 150 medici iscritti all’Ordine di Reggio Calabria.

Poi negli stessi anni, la lenta, faticosa organizzazione del Corso di Formazione che nell’anno 2009 viene istituzionalmente ufficializzato da parte dello stesso Ordine e la cui prima lezione viene svolta nel dicembre 2009.

Consulente psichiatra in un corridoio dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa lessi una frase: “Se vuoi costruire una nave non radunare gli uomini per raccogliere il legno e distribuire i compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare aperto infinito…”

È l’archetipo del nostro gruppo calabrese F.I.A.M.O.

Dott. Vincenzo Falabella